Loading Events

FONTANA “IL GIOCO DELL’ACQUA” DI LUIGI STOISA

INAUGURAZIONE DOMENICA 19 MARZO 2023 ORE 15.30

L’Amministrazione Comunale organizza ed invita alla cerimonia di inaugurazione della fontana “Il gioco dell’acqua” di Luigi Stoisa che avverrà domenica 19 marzo alle ore 15.30 a Giaveno presso il Parco Comunale Maria Teresa Marchini.

Si tratta di un’opera d’arte che arricchisce il patrimonio artistico comunale e della cittadinanza, parte di un progetto che vede protagonista l’artista giavenese Luigi Stoisa, pittore e scultore di rilievo nazionale ed internazionale, già autore per la rinnovata Sala del Consiglio Luigi Cugno di quattro grandi disegni raffiguranti le stagioni a Giaveno.

Il gioco dell’acqua” è una fontana che l’artista ha concepito per i bambini, i ragazzi, le famiglie, partendo da un lavoro scultoreo preesistente, risalente ai primi anni dell’Ottocento e raffigurante un pesce.

La realizzazione si compone di due fanciulli che dalle mani offrono acqua e di forme figurative di piccoli animali. L’attrazione verso tali figure è il gioco che viene proposto ai bambini. La curiosità di cercare e la gioia della scoperta, li porterà ad individuare e riconoscere tra le forme della scultura, a volte più visibili, a volte più nascosti,  oltre una decina di animaletti rappresentati. La fontana ospita la caduta dell’acqua in una piccolo laghetto posto alla base dei fanciulli e nella vasca ottocentesca dove dalla “bocca” del pesce fuoriesce un potente getto d’acqua.

Si tratta di un’opera in bronzo realizzata dalla Fonderia Vaghi di Milano.

Per l’occasione l’Amministrazione Comunale ha invitato i bambini e bambine delle scuole dell’Infanzia di Giaveno a partecipare,  in adesione alla Giornata Mondiale dell’Acqua.

Luci d’Artista arriva alla sua 26esima edizione. Ogni anno, nel periodo invernale, la Città di Torino si trasforma in un Museo a cielo aperto di installazioni luminose di grandi artisti italiani e internazionali. Le Luci nascono nel 1998 come eccezionali luminarie per celebrare le feste natalizie, e da subito diventano oggetto di un obiettivo ambizioso: creare una collezione pubblica espressione di “una cultura alta capace di comunicare con tutti”, come affermava Fiorenzo Alfieri, che ne è stato il visionario ideatore.
Ma ogni progetto per continuare a essere vivo ha la necessità di evolvere. Ecco allora che Luci d’Artista sin da quest’anno inizia un processo di mutazione della propria identità per diventare una vera e propria istituzione dedicata al contemporaneo, che sia ancora più amata e conosciuta, aperta e sostenibile, attiva tutto l’anno e non solo nei mesi invernali, dotata di una comunicazione continuativa con il proprio pubblico e un nuovo sito internet ricco e dettagliato.
— Antonio Grulli, curatore Luci d’Artista

Go to Top